È possibile impiantare un mini-telescopio negli occhi per curare la maculopatia?

La forma più avanzata di degenerazione maculare senile (DMS) o maculopatia, che è la principale causa di cecità negli Stati Uniti, è la DMS allo stadio terminale. Quest’ultima provoca la perdita irreversibile della visione centrale, rendendo difficile il percepire o il riconoscere persone e oggetti. A differenza delle forme meno gravi di DMS, quella allo stadio terminale danneggia irreversibilmente la macula, la piccola parte della retina responsabile della visione centrale, e non risponde alla terapia con occhiali, farmaci o lenti artificiali impiantate durante l’intervento di cataratta. Il mondo sembra svanire davanti agli occhi dei circa 2 milioni di malati, rendendo praticamente impossibile fare anche le cose più semplici nella vita di tutti i giorni.

In caso di uno stadio avanzato di maculopatia, bisogna ricorrere all’utilizzo di un mini-telescopio impiantabile chirurgicamente nell’occhio, più comunemente chiamato IMT (acronimo di “Implantable Miniature Telescope”). Sebbene non sia una cura o una soluzione rapida, l’IMT può aiutare alcuni pazienti affetti da maculopatia grave che hanno esaurito tutte le altre opzioni terapeutiche.

is it possible to implant a telescope

Il funzionamento dell’IMT

L’utilizzo dell’IMT è stato autorizzato nel 2010. Dopo aver rimosso la lente normale, il mini-telescopio viene posizionato davanti all’occhio del paziente.

L’IMT funziona esattamente come un teleobiettivo. Le immagini ingrandite entrano nell’occhio più di due volte e le proiettano sull’area sana della retina per favorire il miglioramento della visione centrale.

Ciò consente al paziente di riconoscere e distinguere immagini precedentemente irriconoscibili o difficili da visualizzare. L’occhio non impiantato continua a vedere con visione periferica, mentre l’occhio dotato di IMT riesce a vedere in dettaglio al centro. I pazienti che decidono di farsi impiantare questi micro-telescopi necessitano di consulenza per ri-allenare il loro cervello ad utilizzare ciascun occhio in modo diverso.

is it possible to implant a telescope

Qual è lo scopo dell’IMT?

A causa dei requisiti di una continua terapia post-operatoria, l’IMT non è per tutti coloro che soffrono di degenerazione maculare senile, anche se per alcuni è uno strumento molto promettente.

I candidati devono sottoporsi ad un accurato processo di screening che include due tipi di oftalmologi, un chirurgo della cornea e uno specialista vitreoretinico, nonché un terapista occupazionale e un optometrista ipovedente. Questo perché il trattamento con IMT è una procedura che richiede molto tempo, una media di 12 appuntamenti distribuiti su quattro o sei mesi con anche dei “compiti a casa” post-operatori per mantenere l’occhio allenato al fine di usare al meglio il dispositivo.

Di conseguenza, i candidati IMT vengono scelti con cura in base alle loro condizioni mediche, psicologiche e sociali. Il paziente deve soddisfare i seguenti requisiti di base:

  • avere più di 65 anni
  • soffrire di maculopatia in entrambi gli occhi con una visione di 3/10 o peggiore
  • non avere occhi che perdono sangue o liquidi oppure il tremolio agli occhi

Se soddisfatti questi criteri, i pazienti devono sottoporsi a dei test utilizzando un telescopio esterno che simula l’effetto di un IMT per vedere se è possibile migliorare la loro vista e come potrebbero adattarsi alla differenza di visione tra i loro due occhi.

I candidati devono anche impegnarsi in anticipo per la formazione della vista dopo l’intervento chirurgico. Dovrebbero avere parenti o amici nelle vicinanze che possano aiutarli con il trasporto e l’assistenza. Aiuta anche ad avere una mentalità positiva. “Solo circa un quarto dei pazienti idonei dal punto di vista medico andrà a qualificarsi per l’operazione; vogliamo essere estremamente fiduciosi che il paziente avrà successo”, spiega il Dr. Hudson.

Related Posts

posterior vitreous detachment

Cos’è il Distacco Posteriore del Vitreo e Quali sono le sue Cause?

Il vitreo è un materiale che riempie il centro dell’occhio. Nella parte posteriore dell’occhio, il...

Problemi agli occhi comuni negli studenti universitari

I problemi agli occhi possono colpirci a qualsiasi età o fase della nostra vita. La...